Art. | Cos’è il SELF-HELP

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Princìpi; Pro & Contro; Esercizi pratici; Letture consigliate.

Cerchi risposte?
Ti capisco. Ne ho cercate tante – e per tanto tempo – anche io.

Sei in crisi con te stesso e con la tua vita?

Vedi problemi ad ogni angolo, ma nessun modo per uscirne?

Proprio così!“, starai pensando.

Allora chiediti questo: “cosa voglio, davvero?”

Cosa vuoi da te? Cosa vuoi PER te?

Questo “tipo” di domande è un accenno di quello che, in giro, senti dire “Self-Help”.

Inizia tutto da qui, cioè dall’identificare che qualcosa non funziona come vorremmo.

Quando siamo in difficoltà e cerchiamo una nuova prospettiva, uno slancio creativo, parole di conforto o idee che ci diano risultati immediati, siamo anzitutto vittima delle nostre emozioni.

Calma. Fermati, e respira per un istante.

Se senti di essere in ritardo rispetto a qualcuno ti dico subito che non lo sei.

Il tempo che ti serviva è esattamente quello che ti ha portato a porti delle domande, e a chiederti come migliorare te stesso.

Ora, che ci sei, voglio dirti che non saranno mille libri all’anno a migliorare la tua vita; né vivere costantemente al seguito di guru e motivatori.

No, ciò che ti cambierà la vita è agire.

E agire significa prendere delle decisioni e portarle a compimento. Anzitutto per te.

Le parole di autori, coach, psicologi, esperti di questo settore, motivatori e scrittori (come il sottoscritto) possono aiutarti fino ad un certo punto.

La mia esperienza e le mie parole potranno essere sempre un riferimento per te, ma le strade che la vita pone di fronte a te dovrai imboccarle tu stesso.

Devi avere il coraggio di farlo, e devi farlo convincendoti che agire è per il tuo bene presente e futuro.

Se guardiamo ai guru contemporanei (quelli americani, su tutti) notiamo profili come quello di Tony Robbins. Un grandissimo nel suo campo, ma per quello che posso dirti non sarà lui a cambiare la tua vita.

Le sue soluzioni irriverenti possono benissimo stimolarti a fare di più per cambiare, ma anche le parole di Seneca possono aiutarti.

Lo Stoicismo, ad esempio, è una corrente filosofica antica (non americana, come spesso viene promulgata). E autori come Seneca, Marco Aurelio o Epitteto potranno certamente essere più confortanti, nei confronti del lettore, rispetto a qualche Mental-Coach palestrato che ti dice:

“Svegliati alle 5:00 di mattina, doccia fredda, svolgi il tuo lavoro dipendente per 8 ore e poi lavora ai tuoi progetti per altre 4, poi dormi.”

Hey, parliamo di salute mentale (della nostra, e della tua).

Non devi rendere conto a nessuno dei tuoi risultati. Anzi, sii fiero di ciò che realizzi e sii orgoglioso di te stesso.

Ciò che fai deve anzitutto appassionarti e renderti felice. Deve farti stare BENE, con te stesso e con la tua vita.

Il Self-Help è un concetto singolare, ma assume spesso molteplici significati.

Dipende, in realtà, da chi te ne parla.

Io non ti parlerò mai di cose che non conosco, né di altre che non ho appreso o sperimentato su me stesso.

Non voglio cercare di convincerti perché, come ti dicevo, le risposte che cerchi potranno emergere solamente dalle tue azioni.

I miei consigli, e quelli di altre persone a cui sceglierai di affidarti, possono essere una guida; una luce in grado di illuminare l’oscurità.

Poi, però, devi farne tesoro e rendere tuoi quegli insegnamenti. Fanne buon uso, usali per fortificarti e migliorarti.

Poniti obiettivi. E poniti risultati indipendenti, anche piccoli.

Poni davanti a te stesso una tabella di marcia a cui ti dedicherai con le tue sole forze, così da mettere alla prova il tuo valore, scoprendolo e rinvigorendolo.

Nessuno potrà mai dirti quanto vali davvero, né dovrai lasciare che altri lo stabiliscano per te.

Solo tu, con la tua storia e le tue esperienze, potrai conoscere questo valore. Non dimenticarlo.

Crea una routine di abitudini virtuose, piuttosto che una routine da Navy-Seal.

Cosa intendo?

Be’, prenderò me come esempio per essere il più specifico possibile. E senza filtri.

Amo scrivere, ma amo anche la musica e da tempo sono allievo di pianoforte.

Per quasi un anno, quando lavoravo da dipendente presso un’azienda di collaudi sportivi, il mio turno di lavoro iniziava alle 7.30 del mattino.

Il tragitto casa-lavoro era di circa 30-40 minuti (un tragitto che dipendeva sempre dal traffico). Questo significava svegliarsi ancora più presto e partire prima delle 7.00.

Cosa fare, allora?

Avevo notato che svegliarmi, bere un caffè e vestirmi di corsa non era il massimo.

La sera tornavo tardi. Molto tardi.

Avevo il tempo per una doccia, una cena e un episodio di 20 minuti su Netflix.

Nel weekend, poi, avrei fatto tutto quello che non potevo fare in settimana.

Anche lì, “di corsa”.

E pianoforte? Ah, già!

Mi svegliavo un’ora prima, in settimana, per esercitarmi almeno mezz’ora ogni giorno.

Il risultato?

All’inizio bene; credevo di aver generato in me disciplina e abnegazione.

Ed era così! Ma ero anche spesso nervoso, impaziente, impulsivo.

Dopo circa 8 mesi non ne potevo più: ero sempre stanco, distratto al lavoro, discontinuo e improduttivo.

Non portavo qualità in nulla di ciò che facevo, né ottenevo soddisfazione o appagamento da tutto quell’impegno.

Ma, come dicevo, ho sempre amato scrivere e Marco Aurelio, attraverso i suoi “Pensieri”, mi aveva insegnato a trascrivere ciò che assedia la nostra mente per meglio affrontarlo.

Capisci cosa avevo fatto? Avevo seguito il consiglio di Marco Aurelio, ma lo avevo reso mio al momento opportuno.

Alla nostra maniera contemporanea, realizzai un Brainstorming su un foglio di carta, in cui includevo le cose della mia vita che mi piacevano e quelle che non mi piacevano.

Da quella settimana, e nelle successive, cercai un nuovo lavoro e prima di approdare qui, sul mio Sito, trovai impiego presso un’azienda commerciale del settore edile.

Il luogo di lavoro? Vicino casa.

Il tragitto? 5 minuti, per esagerare.

La sveglia? Quasi un’ora dopo.

Non era il lavoro perfetto, ma – grande differenza – era alle mie condizioni.

E quando si hanno obiettivi e secondo questi che bisogna gestire e organizzare la propria vita.

Il risultato fu molteplice, perché anzitutto ritrovai la serenità e la libertà di occuparmi della mia vita.

Mantenni una sveglia mattiniera, ma più equilibrata, alternando giorni di esercizio al pianoforte a quelli di sola lettura e scrittura. 

Non entrambi lo stesso giorno: li avrei completati male, di fretta e senza risultati soddisfacenti.

La sera tornavo a casa presto, la strada era poca e i turni di lavoro sostenibili.

Insomma, mi stavo riprendendo il mio tempo, le miei energie e i miei progetti.

Ed è questo che si dovrebbe fare.

Cioè fare il punto della propria vita in maniera onesta e sincera con se stessi.

Voglio lamentarmi, oppure voglio cambiare le cose?

Voglio rimandare ancora, oppure ho intenzione di trovare un modo per risolvere la situazione?

Non credere che le cose vengano da sé.

I successi, come i fallimenti, sono frutto delle conseguenze di ciò che abbiamo o non abbiano fatto NOI.

Non di ciò che hanno “detto gli altri”, capisci?

Agire è fondamentale nella vita, altrimenti neppure tutti i libri, corsi formativi, pareri e consigli del mondo potranno aiutarti.

Il tuo primo obiettivo, con ciò che apprendi, è di metterti in gioco.

Mettiti in gioco, e scopri chi sei un giorno alla volta.

Un giorno alla volta. 

Sei un libero Professionista in cerca di professionisti che gestiscano la tua Partita IVA? 

Se cerchi un Team esperto, in grado di offrirti vantaggi esclusivi e un servizio online ad un prezzo competitivo, puoi affidarti a FISCOZEN

(segui il Link di seguito)

Entra nella Community!

iscriviti alla newsletter
per non perderti le novità,
i contenuti gratuiti e tutti
i futuri aggiornamenti

La Newsletter rappresenta un sistema di messaggistica gratuito, basato sulla Registrazione alla Community ed al successivo invio di Informazioni e Contenuti legate alla ai Progetti in corso e quelli in arrivo, alle Novità generali e, soprattutto, all’invio di materiale formativo e Risorse Gratuite. La Newsletter non è invasiva, e verrà inviata settimanalmente (una volta a settimana, normalmente il lunedì o il mercoledì). L’obiettivo è quello di far crescere piano piano una Community aggiornata e consapevole, che sia in grado di interagire e partecipare – a 360 gradi – allo sviluppo di questo Progetto.